Indice del forum

icke e dintorni

icke, NWO, massoneria, poteri occulti, democrazia diretta, ecovillaggi, alimentazione naturale,

PortalPortale  blogBlog  AlbumAlbum  Gruppi utentiGruppi utenti  Lista degli utentiLista degli utenti  GBGuestbook  Pannello UtentePannello Utente  RegistratiRegistrati 
 FlashChatFlashChat  FAQFAQ  CercaCerca  Messaggi PrivatiMessaggi Privati  StatisticheStatistiche  LinksLinks  LoginLogin 
 CalendarioCalendario  DownloadsDownloads  Commenti karmaCommenti karma  TopListTopList  Topics recentiTopics recenti  Vota ForumVota Forum

che cos'è un ecovillaggio
Utenti che stanno guardando questo topic:0 Registrati,0 Nascosti e 0 Ospiti
Utenti registrati: Nessuno


 
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Ecovillaggi e dintorni
PrecedenteInvia Email a un amico.Utenti che hanno visualizzato questo argomentoSalva questo topic come file txtVersione stampabileMessaggi PrivatiSuccessivo
Autore Messaggio
davidickenews

Guru
Guru


Admin



Registrato: 27/08/09 14:56
Messaggi: 16777215
davidickenews is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Ago 28, 01:52:01    Oggetto:  che cos'è un ecovillaggio
Descrizione:
Rispondi citando

da


Che cos'è un Ecovillaggio ?

* E' UN LABORATORIO UMANO DI RICERCA E SPERIMENTAZIONE i cui membri pensano e lo dimostrando che un mondo diverso è possibile da subito.

Ecovillaggio è:

* UN INSEDIAMENTO COMPLETO - abbastanza piccolo da permettere ai partecipanti di conoscersi, relazionarsi ed interagire fra loro, di riconoscere ed essere riconosciuti in modo che l'individuo possa avere una effettiva voce - ma grande abbastanza da soddisfare, se non tutti, la gran parte dei bisogni umani.


* UN INSEDIAMENTO A TUTTO CAMPO - che cerchi di soddisfare i bisogni di avere una abitazione, da mangiare, lavoro, divertimento oltre ai bisogni sociali, all'educazione e ai bisogni spirituali. Ma NON tutti i bisogni economici possono essere soddisfatti all'interno del villaggio.


* IL SODDISFACIMENTO DEI BISOGNI UMANI DI SVILUPPO - abbondanza, confronto, contributo attivo, auto-realizzazione, sensazione di essere a "casa", celebrazione, rituale, autostima.


* PROVVEDERE ALLA PROPRIA CONTINUITA' NEL TEMPO PRESERVANDO IL FUTURO -è un modello (ecologicamente, socialmente ed economicamente) sostenibile, agisce prevedendo gli effetti avanti nel tempo per almeno 7 generazioni.


* RISPETTOSO DELL'AMBIENTE NATURALE E DI TUTTO IL RESTO - per questo sono utilizzate fonti di energia rinnovabili, riciclaggio dei rifiuti come risorse, utilizzo di tecnologie appropriate, si custruisce utilizzando materiali e fornitori locali, si mantiene la popolazione e le attivitàall'interno della capacità di portata dell'ambiente naturale, si favoresce una economia locale.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Adv



MessaggioInviato: Ven Ago 28, 01:52:01    Oggetto: Adv






Torna in cima
davidickenews

Guru
Guru


Admin



Registrato: 27/08/09 14:56
Messaggi: 16777215
davidickenews is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Ago 28, 01:55:09    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

Gli Eco-villaggi in Italia:


RIVE – Rete Italiana Villaggi Ecologici
La Rete italiana dei villaggi ecologici (Rive) è nata nel dicembre 1996 con lo scopo di far conoscere le esperienze comunitarie, ritenute fertili laboratori di sperimentazione sociale ed economica, dove è possibile da subito vivere l’utopia, per quanto in scala ridotta, di una società basata sulla solidarietà, la cooperazione e l’ecologia.

Alle Rete italiana dei villaggi ecologici appartengono esperienze comunitarie molto differenti tra loro per orientamento filosofico e organizzazione, ma tutte comunque ispirate a un modello di vita sostenibile dal punto di vista ecologico, spirituale, socioculturale ed economico, intendendo per sostenibilità l'attitudine di un gruppo umano a soddisfare i propri bisogni senza ridurre, ma anzi migliorando, le prospettive delle generazioni future.

Le comunità aderenti al Rive sono ecovillaggi a porte aperte, si richiede solo di concordare per tempo modalità e data della visita.

La RIVE aderisce al GEN - Global Ecovillage Network (rete Globale degli Ecovillaggi), che collega fra loro le esperienze più significative di insediamenti umani sostenibili in tutto il mondo, e collabora con numerose altre associazioni e reti nazionali che lavorano per una società sostenibile e un mondo migliore.


Che cos'è un ecovillaggio
(Mimmo Tringale)

Il termine ecovillaggio è un neologismo mutuato dall’anglosassone “eco-village”, coniato per la prima volta da Robert e Diane Gilman che per primi utilizzarono tale termine nel volume Eco-villages and Susteinable Communities (edizioni The Gaia Trust, 1991). Qualche anno più tardi fu fondato il Global Ecovillages Network (Gen), una rete internazionale, cui aderiscono ecovillaggi presenti in tutti i continenti, e nel 1995, con il primo meeting ospitato nella storica comunità di Findhorn, in Scozia, il movimento degli ecovillaggi ricevette il suo battesimo ufficiale. La traduzione letterale del termine inglese non fa giustizia del significato più profondo del termine che forse sarebbe più corretto tradurre con “comunità intenzionale ecosostenibile”, questo perché quando si parla di ecovillaggio si intende una comunità caratterizzata da due elementi fondamentali: intenzionalità ed ecosostenibilità.
Per la Fellowship for Intentional Communities (Fic), una fondazione costituita in gran parte da rappresentanti degli ecovillaggi statunitensi, una comunità intenzionale è: “un gruppo di persone che hanno scelto di lavorare insieme con l’obiettivo di un ideale o una visione comune. La maggior parte delle comunità, anche se non tutte, condividono la terra o l’abitazione. Le comunità intenzionali possono essere di dimensioni e struttura organizzativa tra le più varie, così come i valori fondanti che possono essere: sociali, economici, spirituali, politici e/o ecologici. Possono essere rurali o urbane. In alcune, i membri alloggiano tutti in un’unica abitazione, in altre vivono in case separate. In alcune vi sono bambini, in altre no. Alcune comunità intenzionali sono laiche, altre di tipo spiccatamente spirituale, altre ancora pur essendo laiche sono caratterizzate da un orientamento spirituale più o meno spiccato.”
Per quanto riguarda la sostenibilità, anche se il termine ecovillaggio pone l’accento sull’aspetto ecologico, in realtà l’orientamento del Gen è di promuovere una sostenibilità a 360 gradi; come si legge nella Carta degli intenti della Rete Italiana Villaggi Ecologici (Rive), gli ecovillaggi: “si ispirano a criteri di sostenibilità ecologica, spirituale, socioculturale ed economica, intendendo per sostenibilità l’attitudine di un gruppo umano a soddisfare i propri bisogni senza ridurre, ma anzi migliorando, le prospettive delle generazioni future”.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
davidickenews

Guru
Guru


Admin



Registrato: 27/08/09 14:56
Messaggi: 16777215
davidickenews is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Ago 28, 02:02:26    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

un video su valle vegan




Ultima modifica di davidickenews il Ven Ago 28, 02:07:07, modificato 1 volta in totale
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
davidickenews

Guru
Guru


Admin



Registrato: 27/08/09 14:56
Messaggi: 16777215
davidickenews is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Ago 28, 02:05:55    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando

un video su Torri Superiore

Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
davidickenews

Guru
Guru


Admin



Registrato: 27/08/09 14:56
Messaggi: 16777215
davidickenews is offline 







italy
MessaggioInviato: Ven Ago 28, 02:08:27    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando


Che cos'e' Auroville?

Auroville e' una citta' internazionale in costruzione, per una popolazione di 50.000 abitanti da tutti i paesi del mondo.
Come e' cominciata Auroville ?

Il concetto di Auroville - una citta' ideale dedicata ad un esperimento in unita' umana - venne in mente a La Madre fin dal 1930. Verso la meta' degli anni '60 la Societa' Sri Aurobindo in Pondicherry Le propose di dare inizio a una tale citta', cui Ella diede la sua approvazione.
Il progetto venne presentato al Governo Indiano, che decise di appoggiarlo e lo porto' all'Assemblea Generale dell' UNESCO. Nel 1966 l' UNESCO approvo' all'unanimita' una risoluzione che raccomandava Auroville come progetto di basilare importanza per il futuro dell'umanita', dandogli quindi il suo completo appoggio.
Perche' Auroville?

La finalita' di Auroville e' di realizzare l'unita' umana – nella diversita'. Oggi Auroville e' riconosciuta come il primo ed unico esperimento internazionalmente costituito e funzionante,proteso verso l' unita' umana e la trasformazione della coscienza, interessata anche a - e alla ricerca pratica di - una forma di vita sostenibile e alle future necessita' culturali, ambientali, sociali e spirituali dell'umanita'.
Quando ebbe inizio Auroville ?

Il 28 Febbraio 1968 circa 5.000 persone si riunirono vicino all'albero di banyan al centro della futura citta' per una cerimonia di inaugurazione cui presero parte i rappresentanti di 124 nazioni, compresi tutti gli Stati dell' India. I rappresentanti portarono con se' una manciata di terreno dalla propria terra natale, che venne depositata all'interno di un'urna in marmo bianco, a forma di fior di loto, che si trova nel centro focale dell'Anfiteatro. Nello stesso momento La Madre dichiarava i 4 punti della "Carta di Auroville" .
Dove di trova Auroville?

Auroville e' situata nel Sud dell' India, nello Stato del Tamil Nadu (alcune parti sono nello Stato di Puducherry), pochi chilometri all'interno della costa di Coromandel, circa 160 km a sud di Chennai (l'attuale nome di Madras) e 10 km a nord della citta' di Puducherry.
Chi sono gli Auroviliani ?

Vengono da oltre 35 nazioni, di tutte le eta' (dall'infanzia agli oltre 80 anni, con una media intorno ai 30 anni), da tutte le classi sociali e culturali, a rappresentare l'umanita' nella sua interezza. La popolazione della citta' e' in costante crescita, ed attualmente si attesta intorno ai 2000 abitanti, di cui circa il 35% sono Indiani.

Solo gli utenti registrati possono vedere le immagini!
Registrati o Entra nel forum!


Area della pace (Peace Area)

Al centro della citta' si trova l'Area della Pace, che comprende il Matrimandir ed i suoi giardini, l'Anfiteatro con l' Urna dell'Unita' Umana contenente il terreno proveniente da 121 nazioni e 23 stati dell'India, ed un lago che aiutera' a creare un'atmosfera di calma e serenita' e che servira' da area di riserva d'acqua per la falda idrica.
Zona Industriale (Industrial Zone)

Un' area di 109 ettari a nord dell' Area della Pace, la Zona Industriale, una zona per industrie "verdi", si focalizza sugli sforzi di Auroville di costituirsi come una citta' auto-sufficiente.
Conterra' industrie di piccola e media scala, centri di addestramento, laboratori di arti e mestieri, e l'amministrazione cittadina.
Zona Residenziale (Residential Zone)

E' la piu' grande delle quattro zone cittadine, comprendente 189 ettari, la Zona Residenziale e' circondata da parchi a nord, sud ed ovest. L'accesso principale alla zona sara' attraverso il raccordo stradale con un'ulteriore distribuzione del traffico attraverso cinque strade radiali che dividano la zona in altrettanti settori di crescente densita' abitativa. Questa zona vuole fornire un habitat ben integrato tra abitazioni individuali e collettive. Il 55% dell'area sara' verde, e solo il 45% sara' edificato, creando cosi' una densita' urbana in equilibrio con la natura.
Zona Internazionale (International Zone)

La Zona Internazionale, una zona di 74 ettari ad ovest dell'Area della Pace, ospitera' padiglioni nazionali e culturali, raggruppati per continenti. Il suo scopo principale e' di creare una dimostrazione vivente di unita' umana nella diversita' attraverso l'espressione della genialita' e del contributo di ogni nazione all' umanita'.
Zona Culturale (Cultural Zone)

Pianificata su un'area di 93 ettari, situata ad est dell'Area della Pace, la Zona Culturale sara' un luogo per la ricerca applicata all'educazione e all'espressione artistica. In questa zona si situeranno le strutture per attivita' culturali, educative, artistiche e sportive.
Cintura Verde (Green Belt)

L'area cittadina con un raggio di 1,25 kilometri sara' circondata da una Green Belt (Cintura Verde) di 1.25 km di ampiezza. Come zona intesa per fattorie organiche, produzione di latte e derivati, giardini, orti, foreste ed aree per animali selvatici ( wildlife), questa cintura agira' da barriera contro l'espansionismo urbano, provvedera' una varieta' di habitats per animali selvatici, e sara' una fonte di cibo, legname, medicine ecc., oltreche' una zona ricreativa.

Al momento su un'area di 405 ettari, la Cintura Verde - benche' incompleta - costituisce un esempio ben riuscito di transformazione di un territorio desertico in un vibrante eco-sistema. La sua futura estensione con ulteriori 800 ettari, la rendera' un'eclatante dimostrazione di conservazione del suolo e dell'acqua, di ricarica della falda acquifera, e di recupreo ambientale.
Come polmone verde per l'intera citta', completera' il processo di cura del territorio cui Auroville ha dato inizio da alcuni decenni.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Invia email
Giovanna

Apprendista
Apprendista


Admin

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 30/08/09 13:00
Messaggi: 42
Giovanna is offline 







italy
MessaggioInviato: Mar Set 01, 14:19:22    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando



SCOZIA - FINDHORN FOUNDATION COMMUNITY
The park, Forres Moray – IV36 OTZ Scotland - ()
Tel. 44(0)1309-692011 (-691450)




A 40 chilometri da Inverness e a 300 da Edimburgo, la comunità di Findhorn ha prosperato a partire da “un mitico agglomerato di caravan“ dove, nel 1962, si erano fermati con le loro roulotte Eileen e Peter Caddy e Dorothy Maclean. Oggi un luogo dove ritrovarsi in un rapporto mistico con la natura.

Fondata poco più di quarant’anni fa, Findhorn è forse una delle comunità più note al mondo, non solo per la sua lunga storia, ma anche per essere uno degli esempi meglio riusciti di ecovillaggio. Nella comunità, situata sulla baia omonima nel nord della Scozia, vivono circa 400 membri fissi, più i numero ospiti che soprattutto nei mesi estivi si recano nella comunità per svolgere volontariato, seminari e workshop. A Findhorn è possibile incontrare uomini e donne provenenti da tutti i continenti.

Principi ispiratori

Economia condivisa, giardinaggio e agricoltura secondo il metodo biologico, massiccio ricorso a fonti energetiche rinnovabili, pratica diffusa della medicina naturale, ampia sperimentazione sociale e una spiritualità aperta e laica, basata sulla ricerca personale, sono gli elementi caratteristici della vita a Findhorn. Vivere con pochissimo denaro, ridurre i bisogni all’essenziale, condividere l’uso di cose con altri: questo vuol dire non solo vivere più economicamente, ma anche inquinare meno il pianeta.
Il lavoro a Findhorn

Il lavoro è vissuto, nella maggior parte dei casi, con meno stress. Ci sono dei ritmi molto blandi. Si lavora sei ore al giorno dalle 9 alle 17 ed oltre alla pausa per il pranzo ci sono due lunghi break per il tè, alle 11 e alle 16. E soprattutto non è richiesta l’efficienza, perché quello che è importante è cosa fa l’anima, cosa sta imparando. C’è lo spazio per commettere errori, per cimentarsi, per sentire, per ascoltarsi durante il lavoro. Il lavoro è solo un pretesto, infatti si è sviluppata la tendenza a cambiarlo ogni due anni alternandosi dalle cucine ai giardini, alla manutenzione delle abitazioni, al management. C’è un riciclaggio continuo, un’ispirazione continua di tutti a cercare il proprio posto.

La famiglia e la coppia: un impegno di anime
Non ci sono relazioni superficiali a Findhorn. Il sesso casuale non è di casa qui. Non per una questione di carattere morale, ma di rispetto. Si tratta di due anime che s’incontrano e che hanno bisogno di lavorare ad un determinato livello insieme, non possono limitarsi a vivere solo il sesso e le emozioni. Questo vuol dire “stare” davvero con la persona con cui si ha una relazione. La maggior parte delle coppie a Findhorn funziona così, con un impegno di anima.
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Skype
Giovanna

Apprendista
Apprendista


Admin

Sesso: Sesso:Femmina

Registrato: 30/08/09 13:00
Messaggi: 42
Giovanna is offline 







italy
MessaggioInviato: Mar Set 01, 14:20:35    Oggetto:  
Descrizione:
Rispondi citando



Vacanze a Findhorn: Ecovillaggio e Comunità

Newbold House è un centro per corsi e seminari olistici situato nella comunità di Findhorn e parte integrante della sua storia. Nel mese di Luglio/Agosto e Dicembre/Gennaio offre la possibilità di trascorrere settimane di vacanza a un prezzo ridotto attraverso l'opzione dello scambio lavoro.

Working guestsSi tratta in pratica di lavorare durante la mattina (dalle 9.30 alle 12.30) e poi si è liberi nel resto della giornata. Il lavoro consiste nell'aiutare lo staff a cucinare i pasti, tenere in ordine la casa e mantenere l'orto ornamentale. Si ha poi un giorno completamente libero a settimana.

Nel tempo libero si ha la possibilità di esplorare le bellezze naturali di questi luoghi i principali insediamenti della comunità: i santuari, l'ecovillaggio, il teatro Universal Hall, le case costruite con i barili di birra, il santuario della natura, etc.. Inoltre è possibile entrare in contatto con la vitalità della comunità in termini del suo ricco programma di attività più o meno organizzate: danza, musica, teatro, gruppi di interesse, pratiche spirituali, meditazione, ...
Torna in cima
Profilo Messaggio privato Skype
Mostra prima i messaggi di:   
Nuovo Topic   Rispondi    Indice del forum -> Ecovillaggi e dintorni Tutti i fusi orari sono GMT + 1 ora
Pagina 1 di 1

 
Vai a:  
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum
Non puoi allegare files in questo forum
Non puoi downloadare files da questo forum





icke e dintorni topic RSS feed 
Powered by MasterTopForum.com with phpBB © 2003 - 2008